Una Pietra Sopra, (Genova)

logo colorato trasparenza

 FESTIVAL IN UNA NOTTE D’ESTATE,  percorsi e variazioni XIX EDIZIONE 2016

PIAZZA SAN MATTEO 23 LUGLIO ore 21.15

                  Teatro Libero di Palermo 

Una pietra sopra

IMG_8836

    di Manlio Marinelli

per la regia di  Lia Chiappara

   con Domenico Bravo

 

In “Una pietra sopra” ho pensato di partire da un luogo del tutto realistico, un cimitero, e da una vicenda apparentemente quotidiana, le infiltrazioni malavitose nel mondo delle pompe funebri, per raccontare l’inquietante affresco del disfacimento colpevole di una città. Questo testo è una sorta di Spoon River palermitana: i personaggi che in esso agiscono, che si inseguono sulla scena, raccontano ciascuno un punto di vista e un segmento di un’unica storia che progressivamente si compone davanti allo spettatore, fino ad arrivare ad un finale del tutto coerente con le premesse dell’operazione; le microscopiche vicende quotidiane dei personaggi (un muratore, un portinaio, un mafioso, una prostituta) altro non sono che le tessere di un arabesco indecifrabile la cui soluzione sfugge nell’esatto momento in cui si pensa di averla trovata, in cui cioè la totalità suscita una vertigine che respinge l’osservatore il quale pure non può fare a meno di ammirarlo e di tornare continuamente sui suoi dettagli. Quello che conta non sono le soluzioni, sono le domande, le inquietudini che lo spettacolo instilla in chi assiste: raccontare la straordinaria storia millenaria di una città attraverso quella di gente comune e ordinaria che se ne fa allegoria.

Questo testo è un polilogo, cioè un concerto di voci che costruiscono la vicenda attraverso il loro intrecciarsi. Coerentemente con il resto dell’operazione anche la lingua è una lingua teatrale, artificiale ma che affonda solidamente le proprie radici nel linguaggio reale e concreto della vita, in particolare nel dialetto.  Manlio Marinelli.

info: Lunaria Teatro – 0102477045 – 3737894978 – info@lunariateatro.it – www.lunariateatro.it