Clytemnestra (Genova)

 

Festival in una Notte d’Estate: percorsi e metamorfosi del Mito

XX EDIZIONE

Clytemnestra

Agamennone, di Eschilo – con traduzione di Diane Rayor

Elektra di Hugo Von Hoffmannsthal

Fuochi di Marguerite Yourcenar

 

Con

Missy Maramara

Regia di Kiara Pipino

Drammaturgia originaria di Margherita Rubino

Assistente alla Regia: Jason Flannery; Assistente Traduttore: Andrew Lund

Lo spettacolo in origine nasce da un’idea di Margherita Rubino, Kiara Pipino ed Elisabetta Pozzi, ma attraverso l’aiuto di Missy Maramara, attrice e la Professoressa Diane Rayor, il progetto è portato a termine in lingua inglese. Si tratta di tre opere differenti che vedono come protagonista Clytemnestra.

Clytemnestra, moglie di Agamennone, madre di Elettra, Oreste ed Ifigenia, è personaggio di incredibile forza che ha ispirato in modi diversi tantissimi autori, partendo da Eschilo fino ai giorni nostri.

La Clytemnestra eschilea è estremamente calcolatrice e razionale.  Una donna che si sente abbandonata e tradita che vuole vendetta dopo l’inganno della figlia rapita da Artemide causata dalla guerra voluta da Agamennone.

La Clytemnestra di Von Hoffmannsthal, che scrive agli inizi del novecento, è un’altra donna. Il testo, Elektra, segue però più da vicino  le vicende della figlia che odia la madre e che vuole vendicare l’assassinio del padre.

Se la protagonista di Eschilo era una donna politica e razionale, questa è  soprattutto un animale ferito, mosso esclusivamente dall’istinto di sopravvivenza che coincide con la brama di mantenere il potere, così difficilmente raggiunto.

Fuochi, scritto nel 1935 da Marguerite Yourcenar, è una raccolta di monologhi in forma prose liriche collegate tra di loro dal tema dell’amore.

Questa Clytemnestra proposta è ancora diversa dalle precedenti. E’ innamorata e tradita.

Ama Agamennone più di qualsiasi altra cosa al mondo, inclusa sua figlia e non accetta di essere messa da parte, come un oggetto qualsiasi, e che per questo si vendica uccidendo la persona che provoca questo sentimento.