Claudio Magris e la Scena, (Genova)

logo colorato trasparenza

FESTIVAL IN UNA NOTTE D’ESTATE  percorsi e variazioni XIX EDIZIONE 2016

 

IL TEATRO DI CLAUDIO MAGRIS

 

partecipano Claudio Magris Oliviero Ponte di Pino e Guido Davico Bonino

conduce Margherita Rubino

14 luglio 2016 ore 17.30 INGRESSO LIBERO

Salone Camera di Commercio

Germanista e cultore delle lettere della mitteleuropa, commentatore di rango e narratore, autore di un dialogo costante tra l’oggi e il mito, che aiuta a rendere vivo e raggiungibile, Claudio Magris ha rielaborato il mito di Orfeo ed Euridice nel testo “Lei dunque capirà” che debutta in prima nazionale con l’interpretazione di Elisabetta Pozzi al Festival in una notte d’estate – percorsi e variazioni di Genova. Della sua opera dice: « Nel dialogo tra Orfeo ed Euridice la donna giganteggia, è lei la figura più forte, è lei, in bilico tra la morte cui appartiene e la vita cui può tornare, ad aver diritto alla parola. I grandi miti vengono ripresi continuamente, Medea, Antigone, Apollo e Dafne, perché esprimono strutture profonde dell’animo umano, condensazioni di problemi sempre vivi, sempre attuali. Perciò dalla Grecia dei classici, attraversando tempi e frontiere, l’eterno viene ricondotto al quotidiano. Orfeo, poeta e grande incantatore, porta in sé anche la vanità, il narcisismo della poesia, quell’abuso della vita che è degli intellettuali in tutte le epoche. La poesia dà senso all’esistenza, senza Guerra e pace forse non avrei mai capito cosa fosse l’amore. Ma, come quando ci si innamora di qualcuno si corre il rischio di amare di più il nostro innamoramento che la persona in carne e ossa, così l’artista rischia di commuoversi più per la bellezza del proprio verso che per la vita che l’ha ispirato».

Info Prenotazioni: tel. 010-2477045; 373-7894978, www.lunariateatro.it, info@lunariateatro.it